Fornitori di servizi

Con fornitori di servizi o lavoratori distaccati si intendono i lavoratori stranieri che lavorano in Svizzera per un datore di lavoro con sede all’estero. I lavoratori svolgono il loro lavoro abituale in un determinato periodo di tempo.

Cittadini UE/AELS

Gli appartenenti agli stati UE-25/AELS che forniscono una prestazione transfrontaliera come lavoratori distaccati o fornitori di servizi indipendenti (svolgimento di incarichi o contratti di appalto) possono svolgere la loro attività per 90 giorni all’anno senza necessitare il permesso. Tuttavia sono soggetti alle disposizioni della procedura di notificazione online dell’Ufficio federale della migrazione. 

Attualmente i cittadini bulgari e rumeni sono ancora soggetti a un regolamento transitorio. Per questi lavoratori sussiste l’obbligo di permesso se svolgono la loro attività come fornitori di servizi indipendenti o come lavoratori distaccati in uno dei seguenti quattro settori: edilizia, ingegneria civile e rami accessori dell’edilizia, giardinaggio, pulizia industriale, servizi di sorveglianza e di sicurezza.

Per i settori di servizi generali sussiste invece l’obbligo di effettuare la procedura di notificazione online dell’Ufficio federale della migrazione. 

Per i servizi che superano i 90 giorni è necessario il relativo permesso (nessuna procedura di notificazione online).

Cittadini di stati terzi

Le persone provenienti da stati terzi devono registrarsi in Svizzera tramite la procedura di notificazione online se vengono inviate in Svizzera da un’azienda con sede in uno degli stati UE-25/degli stati AELS per fornire una prestazione (svolgimento di incarichi o di contratti di appalto) per un periodo inferiore ai 90 giorni all’anno. Inoltre le persone provenienti da stati terzi prima di essere mandate in Svizzera devono essere state ammesse in modo permanente nel mercato del lavoro di uno degli stati UE-25 o AELS.

Le persone provenienti dagli stati terzi che vengono inviate in Svizzera da un’azienda con sede nell’UE-2 (Bulgaria, Romania) e svolgono la loro attività in uno dei quattro settori speciali: edilizia, ingegneria civile e rami accessori dell’edilizia, giardinaggio, pulizia industriale, servizi di sorveglianza e di sicurezza, necessitano un permesso.

Per i servizi che superano i 90 giorni è necessario il relativo permesso (nessuna procedura di notificazione online).

Determinare il tipo di permesso