Procedura di notifica per attività lucrativa di breve durata

Per un soggiorno di al massimo 3 mesi o 90 giorni per anno civile non deve essere richiesto, in determinate condizioni, nessun permesso di soggiorno. Tuttavia, devono essere rispettate le disposizioni della procedura di notificazione online dell’Ufficio federale della migrazione.

Cittadini degli Stati membri dell’UE/AELS 

Non devono richiedere nessun permesso a condizione che il loro soggiorno non sia superiore a 3 mesi o 90 giorni per anno civile. 

Lavoratori di aziende con sede in uno Stato membro dell’UE-27/AELS

Non devono richiedere nessun permesso per dimorare al massimo 3 mesi o 90 giorni per anno civile.

Cittadini degli Stati membri dell’UE-2 

Queste persone devono richiedere, per soggiorni non superiori ai 3 mesi o 90 giorni lavorativi per anno civile, un permesso di soggiorno nei seguenti casi: 

  • permesso per i quattro settori speciali: nell’edilizia (genio civile), nell’ingegneria civile e nei rami accessori dell’edilizia, nel giardinaggio, nella pulizia industriale, nei servizi di sorveglianza e di sicurezza, i prestatori di servizi (lavoratori distaccati o lavoratori indipendenti) devono presentare un permesso di soggiorno di breve durata UE/AELS dal primo giorno lavorativo. 
      
  • Se un cittadino proveniente da uno Stato dell’UE-2 assume un impiego presso un datore di lavoro in Svizzera, è tenuto a dichiarare un permesso dal primo giorno lavorativo anche se l’attività corrispondente non supera i tre mesi. 

Non si applicano termini transitori per l’erogazione di servizi nei settori generali. Trovano applicazione le disposizioni della procedura di notificazione online.  

Cittadini di stati terzi

Le persone provenienti da stati terzi inviate in Svizzera da un’azienda con sede in uno degli Stati dell’UE-25/AELS per erogare un servizio (svolgimento di incarichi o di contratti di appalto) devono registrarsi in Svizzera tramite la procedura di notificazione dell’Ufficio federale della migrazione. Inoltre, prima di essere mandate in Svizzera, queste persone devono essere state ammesse in modo permanente nel mercato del lavoro di uno degli Stati dell’UE-25/AELS. Se un’azienda con sede negli Stati dell’UE-2 manda cittadini appartenenti a stati terzi, queste persone sono tenute a richiedere un permesso nei quattro settori indicati di seguito: edilizia, ingegneria civile e rami accessori dell’edilizia, giardinaggio, pulizia industriale, servizi di sorveglianza e di sicurezza. 

I servizi che richiedono oltre 90 giorni sono sottoposti ad autorizzazione.